Cosa fare a Parma: una visita guidata alla scoperta del Parmigiano Reggiano

Cose da fare a Parma

Tra le cose più interessanti e curiose da fare a Parma c’è sicuramente la scoperta di tutti i segreti del Parmigiano Reggiano, grazie alle visite guidate da effettuarsi presso una azienda agricola del consorzio.

Parma è fortemente rappresentabile dalla sua cultura gastronomica. Di recente si è guadagnata il titolo di città creativa gastronomica dell’Unesco ed è capitale della Food Valley. Tra le sue produzioni di eccellenza annovera la più iconica: sua maestà il Parmigiano Reggiano.

Sua maestà il Parmigiano Reggiano

Il Parmigiano Reggiano non ha bisogno di grandi presentazioni, lo conosciamo tutti e in tutto il mondo. Ma tanti sono i segreti e le curiosità che lo accompagnano. E’ infatti il prodotto dop più esportato e più imitato di sempre. Sapevate che alcuni puntini nella mappa del mondo si sono cambiati il nome in “Parma” al fine di poter produrre formaggi e prosciutti senza preoccuparsi di ledere alcuna etichetta o marchio di provenienza? Durante la nostra visita guidata ad esempio abbiamo conosciuto due altissimi ragazzi afroamericani originari di Parma, in Ohio! E casualmente stavano proprio facendo una visita guidata in una azienda del consorzio del Parmigiano… Coincidenza?? Non credo! 🙂

cose da fare a Parma
Il nostro amico cricchetto dalla bassa parmense.

Senza dimenticare poi di Parma vicino a Pechino o della famosissima contea cinese del Zongba, dove un villaggio è stato chiamato Parma. La curiosità è che il loro allevamento tradizionale si basa sugli yak, quindi occhio a che cosa comprate!

Ma nonostante i vari tentativi di imitazione “il fake parmigiano” non potrà mai essere uguale all’originale. Il merito è dell’ingrediente segreto che cresce solo in un certa zona tra le campagne di Parma e delle altre provincie limitrofe. Tale area viene identificata dalla destra del Reno alla sinistra del Po. Un particolare fondamentale che, insieme ad altre curiosità, vi racconteranno le guide che vi porteranno lungo questo viaggio parmigiano.

visita guidata parmigiano reggiano
Per questo lungo viaggio parmigiano, la prima tappa è la stalla!

Viaggio alla scoperta del Parmigiano Reggiano

Vi vogliamo raccontare la nostra visita guidata alla scoperta di questa eccellenza. Ecco chi sono stati i nostri compagni di viaggio:

  • la mucca Linguona, che ci ha leccati per verificare probabilmente la nostra stagionatura;
  • le guide del tour operator Mytour in Italy che ci hanno raccontato tante curiosità sul Parmigiano;
  • l’ultimo discendente della dinastia dei casari, che ci ha mostrato le fasi della produzione;
  • il martelletto dell’ispettore del consorzio, attraverso il quale abbiamo scoperto che il parmigiano parla!

Tra le cose da fare a Parma: visita guidata in una azienda del consorzio

La visita guidata comincia con l’ingresso alla fattoria, in particolare alle stalle delle mucche che forniscono il latte per il parmigiano.

Quelle decine di occhioni scuri abbinati a nasoni rosa e bocche in continuo movimento vi faranno sentire piuttosto osservati. Vi guarderanno con la stessa curiosità con cui le guarderete voi ma fate finta di niente ed entrate con disinvoltura. State solo attenti – e poi non dite che non vi avevo avvisati! – a tutte quelle linguone che vorranno conoscervi meglio, chiedetelo al mio cellulare scambiato per foraggio fresco.

cose da fare a Parma
Eccola qui la responsabile, la mucca Linguona e accanto l’amica sua, ci hanno molestati ma pare che preferiscano brucare l’erba medica!

Dopo le mucche dalle quali sarà difficile staccarsi senza provare nostalgia si passa alla spiegazione di tutte le fasi del processo produttivo.

Dalla mungitura alla stagionatura si percorre un viaggio multisensoriale nel quale sarete accompagnati dal casaro dell’azienda che metterà al vostro servizio l’esperienza di tutti i suoi antenati per mostrarvi la lavorazione delle materie prime.

cose da fare a Parma
Un casaro soddisfatto fa il buon parmigiano!

I casari sono noti per il loro masochismo. Mettono le mani dentro le vasche di latte appena munto, tenuto ad una temperatura compresa tra i 50 e i 55 gradi e ci sguazzano come se fosse del tutto normale. Abbiamo sofferto per loro, che invece non sembravano batter ciglio.

La ricetta segreta del Parmigiano Reggiano

La visita guidata si rivelerà immersiva. Per circa tre ore ritornerete indietro nel tempo a circa 900 anni fa quando i fraticelli di queste campagne, affamati come non mai, tentarono per la prima volta di trasformare il latte in qualcosa di più masticabile.

La ricetta, totalmente naturale, è sempre la stessa dal millennio scorso. E si basa su una speciale erba medica, ricca di batteri autoctoni che fanno tutto da soli, senza necessità di aggiungere conservanti al Parmigiano Reggiano.

La visita multisensoriale

Nel risveglio di tutti i sensi si arriva alla fase della stagionatura dove le guide vi investiranno del ruolo di ispettori.

Armandovi di martelletto potrete girare tra le varie forme di Parmigiano e ascoltarne la loro voce. Sì, perchè il parmigiano parla. E la sua voce è diversa secondo la stagionatura e secondo la presenza o meno di eventuali difetti, tipo bolle d’aria che porta gli ispettori del consorzio a scartare eventualmente delle forme dall’eccellenza del marchio.

visita guidata Parmigiano Reggiano
Vedo Parmigiano dappertutto.

Perchè fare la visita guidata in una azienda del Parmigiano Reggiano

Se non siete ancora convinti ecco altri motivi per cui fare conoscenza con il parmigiano Reggiano è un must tra le cose da fare a Parma:

  • le visite guidate hanno un ottimo rapporto qualità prezzo, considerando che vi è anche compresa la degustazione;
  • partecipare è comodo, il tour operator che organizza provvede al vostro pick up e vi riporta in città tramite dei van;
  • le guide dividono i partecipanti in gruppi abbastanza piccoli per poter fruire dell’esperienza nel modo più immersivo possibile;
  • potrete fare le foto alla maestosità delle forme del Parmigiano Reggiano, tantissime e tutte in fila soddisferanno il vostro senso dell’ordine e della simmetria;
  • è una visita guidata adatta a tutti, del resto l’età non è importante a meno che non siate un Parmigiano Reggiano;
  • ai vostri bambini piacerà conoscere le mucche, l’antica professione del casaro e scoprire come dal latte si arriva al parmigiano;
  • al termine dell’intera visita potrete anche comprare i prodotti nello shop a prezzi molto competitivi;
  • siete a contatto con la natura, cosa si può desiderare di più?
visita guidata Parmigiano Reggiano
Questa foto si chiama “Le dimensioni contano”

Come fare la visita guidata in un’azienda del consorzio

Sei diventato curioso? Vuoi aiuto per organizzare una visita guidata in un’azienda del consorzio del Parmigiano Reggiano? Allora chiedi aiuto a loro: il tour operator My Tour in italy organizza numerose esperienze gastronomiche e visite guidate nel territorio di Parma (e non solo). Visita il sito e cerca quella adatta a te, ma se vuoi conoscere Parma nel profondo del cuore non perderti la scoperta dei segreti del Parmigiano. Ecco il link alla visita guidata che abbiamo fatto noi e raccontato in questo articolo. P.s. raccontiamo la visita guidata per immagini anche su instagram, a questo link.

E adesso vado a mangiarne un pezzo perchè tutto questo parlarne mi ha fatto venire una gran voglia di ricordarmi bene il sapore di questo formaggio pizzichino così saportito e discreto.

visita guidata parmigiano reggiano
La degustazione sembra essere stata apprezzata.

Gifted By Mytour in Italy

Cose da fare a Parma

Sei alla ricerca di altre cose da fare a Parma? Dopo aver soddisfatto lo stomaco passa a queste altre ispirazionI:

Condividi sui social:

Questo articolo ha 2 commenti

  1. Giovanni

    Esperienza assolutamente da provare 😋

    1. Babaviaggia

      Sì, assolutamente, sotto tutti i punti di vista, e ce ne sono tante altre molto interessanti organizzate da My Tour in Italy che non vediamo l’ora di provare!

Lascia un commento

Altri utenti interessati all’argomento hanno letto questi articoli

Castello di San Secondo

Il castello di San Secondo

Andiamo alla scoperta del Castello di San Secondo: leggende, fantasmi, famiglie queer, dolcemente narrate sulla riva sinistra del fiume Taro.